Home > News > 2012, l’anno della fine per IPv4

2012, l’anno della fine per IPv4

La Number Resource Organization, l’ente che riunisce i registri Internet continentali, ha avvertito che sono rimasti disponibili meno del 10 per cento degli indirizzi IPv4: è tempo, insomma, di iniziare seriamente ad adottare IPv6.

L’allarme è scattato quando APNIC (il registro che gestisce gli indirizzi destinati alla regione Asia-Pacifico) ha ottenuto 33,5 milioni di ulteriori indirizzi dalla IANA, Internet Assigned Numbers Authority, facendo scendere il pool a disposizione da 26 a 24 blocchi (ogn’uno composto da 16.777.216 indirizzi): 1.370 milioni di indirizzi IPv4 sono andati, 722 milioni sono ancora disponibili.

La sirena fatta scattare dalla NRO, seppur in lieve anticipo visto che occorrerà ancora qualche mese prima che gli indirizzi messi a disposizione ai cinque registri addetti addetti alla gestione per le singole regioni (Regional Internet Registries) vengano effettivamente impiegati, è comunque utile per spingere a non arrivare in ritardo con IPv6. Anche perché il consumo va avanti molto velocemente. Anche la ARIN (il registro che si occupa del Nord America), infatti, sta per finire le scorte.

E bisogna esser pronti ad avere operativi gli indirizzi IPv6 per il 2012: l’anno segna, per gli esperti della ARIN, il limite massimo concesso.

Fonte: punto-informatico.it

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: